Pane azzimo: roti di riso senza glutine

image

Sembra una piadina ma è molto più leggero!!
Il roti o chapati (ma c’è una sostanziale differenza, anche se in alcuni stati dell’India significa la stessa cosa) è un pane azzimo tipico della cucina indiana, diffuso in gran parte dell’Asia e in diversi paesi dell’Africa orientale.
Il chapati è un impasto di farina integrale, acqua e sale, che viene schiacciato fino a formare una pizza e cotto su una piastra di ferro (tawa) asciutta e molto calda, su entrambi i lati.
Deve risultare morbido e si deve gonfiare almeno un poco e per ottenere questo bisogna premere la pasta sulla tawa con le dita o, meglio ancora, con un cucchiaio di legno.
I chapati sono fatti con farina di grano e si possono impastare con acqua a temperatura ambiente.
I roti si fanno con altre farine non di grano ma di miglio o di riso (quindi senza glutine), mai mescolate tra loro ed è indispensabile impastare con l’acqua bollente.
Il procedimento per fare chapati e roti è lo stesso.
Possiamo concludere quindi che solo i roti vanno bene per i celiaci. Comunque, se dovessimo andare in India…chiediamo prima gli ingredienti!
In ogni caso, sia i chapati che i roti si mantengono bene in frigorifero per diversi giorni e si possono anche surgelare.
Scaldati sulla stessa piastra che ho usato per cuocerli (non è la tawa ma una efficientissima piastra di pietra), sono tornati come appena fatti, morbidi e profumati!
Quello che si vede nella fotografia, che avvolge prosciutto crudo e valeriana, ne è l’esempio: dopo due giorni in frigorifero, scaldato, farcito e arrotolato, il mio roti di riso è risultato perfettamente uguale a quelli appena fatti, neppure il profumo ha perso!
La dimensione e lo spessore variano secondo i gusti, io li ho tenuti abbastanza sottili e non troppo grandi.
In cottura si ritirano leggermente.
Ho fatto i roti con la farina che uso per fare la polenta di riso, certificata senza glutine, ma va bene qualsiasi farina di riso, purché garantita senza glutine.
Ho in previsione di macinare sia il riso venere che quello integrale e provare i roti anche in queste versioni (non trovo le relative farine quindi….home made!!).
La farina di riso rende questo pane leggero, di facile digestione; l’assenza di lievito lo rende adatto a chi non lo tollera ed inoltre, provenendo dalla macinatura dei chicchi di riso e niente altro, adatta anche a chi non sopporta alcun tipo di farina (ovviamente senza divieti per il riso).
Altro pregio di questo pane è la sua cottura, soprattutto in estate, quando accendere il forno diventa una sofferenza.
Tengo a precisare che non sono mai stata in India, che non ho mai mangiato né chapati né roti se non quelli prodotti nella mia cucina e tutte queste nozioni provengono dal web, che ringrazio infinitamente e ringrazio anche la mamma di Andrea che, per necessità, mi ha chiesto un pane senza farina e senza lievito.
Spero di aver esaudito la sua richiesta (ma i miei esperimenti in questo campo non sono finiti…).
Io, in ogni caso, ho arricchito la mia dispensa di un alimento straordinariamente valido e sono sicurissima che avrà l’approvazione anche da chi non ha problemi con il glutine.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei, senza lievito

INGREDIENTI RICETTA:

1 tazza di farina di riso senza glutine (vedere prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia) + il necessario per lavoro
1 tazza di acqua bollente + 1/4 se necessario
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio di mais + il necessario per lavoro

PROCEDIMENTO RICETTA:

Mettere l’acqua a scaldare e quando comincia a bollire, aggiungere prima il sale e l’olio, mescolare e poi la farina.
Mescolare, coprire con un coperchio e far riposare per 5 minuti.

Trasferire il composto in una ciotola, mescolare di nuovo e, se l’impasto lo richiede (dipende dalla farina, io l’ho messo), aggiungere 1/4 di tazza di acqua sempre bollente.

Ungere leggermente una mano (basta una), continuare ad impastare per qualche minuto e formare un panetto: la pasta deve risultare elastica, non appiccicosa.

Coprire con una pellicola e lasciar fermentare per 15-20 minuti.

Trascorso questo tempo fare di nuovo qualche giro all’impasto; mettere poca farina di riso in un piatto e, con le dita infarinate, prelevare un pezzetto di pasta.

Arrotolare nel palmo della mano, formare una pallina, appiattirla, passarla nella farina di riso e stenderla delicatamente con il mattarello.

Scaldare la piastra (vanno bene anche quelle antiaderenti) e cuocere prima da una parte e poi dall’altra.

Mentre cuoce, premere il roti con un cucchiaio di legno: la pasta tende a gonfiarsi dove è stata schiacciata.

Procedere fino all’esaurimento dell’impasto, tenendo al caldo in un canovaccio i roti già pronti.

Ps: molto buono il profumo di questo pane……sa di casa!

Strudel senza glutine con pasta sfoglia e pasta per pizza

image

Era dal mese di dicembre che desideravo “sglutinare” questa ricetta del maestro pizzaiolo Antonino Esposito, in cui viene abbinata la pasta della pizza e la pasta sfoglia, un connubio invitante per uno strudel salato.
La ricetta non è difficile ma il risultato estetico del mio strudel non mi soddisfa molto.
La pasta sfoglia che ho usato è rotonda e l’ho ritagliata, per adattarla al rettangolo, come l’ispirazione del momento mi ha suggerito, ma sono sicura che si può fare di meglio.
Per il resto…..sarà che gli asparagi sono buonissimi, sarà che lo speck lo è altrettanto e che il taleggio completa l’opera…..insomma, consiglio di provare: noi abbiamo fatto il bis!
Dalla rivista “Alice cucina”, una delle mie tante fonti ispiratrici.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Pasta per pizza senza glutine*
Pasta sfoglia senza glutine (ho usato pasta sfoglia surgelata il Pane di Anna, in prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia ma andrebbe bene-se non meglio-anche quella della DS, si sfoglia di più ed è già rettangolare)
Asparagi freschi
Speck (ho usato Senfter, in prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)
1 uovo
Taleggio
Olio extravergine di oliva
Sale

* Pasta per pizza:

570 g di farina Mix Pane e Focacce*
500 g di acqua tiepida
5 g di lievito di birra fresco
5 g di sale

* Mix Pane e Focacce:
https://stellasenzaglutine.com/2013/04/25/i-mix-di-farine-senza-glutine/

PROCEDIMENTO RICETTA:

Il mattino fare il poolish. Mescolare in una ciotola:

100 g di farina
200 g di acqua tiepida
5 g di lievito di birra fresco
coprire e mettere da parte (oppure, se abbiamo bisogno che lieviti in meno tempo e la temperatura della casa non ci aiuta, mettere nel forno con la lucina accesa).

Dopo circa 3 ore (con la temperatura di questi giorni anche meno), il composto si presenta aumentato e con molte bollicine .
Mettere il poolish nella ciotola impastatrice assieme alla farina rimanente (470 g), il resto di acqua (300 g), fare qualche giro poi aggiungere il sale.

Far andare l’impastatrice per almeno 5 minuti a velocità sostenuta.
Coprire la ciotola dell’impastatrice con la pellicola e mettere a lievitare in forno con la lucina accesa.

Nel frattempo pulire e lavare gli asparagi: mettere le punte rivolte verso il basso sotto l’acqua corrente per qualche minuto per rimuovere l’ eventuale terra.

Mettere gli asparagi in un tegame alto e stretto con due dita di acqua bollente e poco salata e appena riprende il bollore chiudere con il coperchio e cuocere per 8/9 minuti.

Scolare gli asparagi e mettere da parte.

Stendere la pasta per pizza, già lievitata, su un foglio di carta forno cosparso di farina e, aiutandosi con le dita, dare una forma rettangolare.

Distribuire pezzetti di taleggio, ricoprire con le fettine di speck e gli asparagi lessati.

Coprire il tutto con la pasta sfoglia (ho impresso uno stampo-fogliolina per cercare di abbellirla un po’….)

Sbattere l’uovo con un filo di olio e spennellare la superficie.

Infornare lo strudel a 180 gradi e cuocere per circa 30 minuti.

Una volta cotto, sfornare e attendere qualche minuto prima di tagliare: niente male!!

Sformatini di polenta integrale senza glutine con seppioline e piselli

image

Seppie e piselli: un classico in cucina!
Servito con un caldo sformatino di polenta è un piatto leggero che si apprezza in qualsiasi stagione.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Farina per polenta (ho usato Polenta Valsugana, farina integrale di mais, senza glutine)
Seppioline
Piselli freschi o surgelati
Una carota
Uno scalogno
Aglio
Peperoncino fresco
Vino bianco secco
Oglio extravergine di oliva
Sale

PROCEDIMENTO RICETTA:

Soffriggere brevemente scalogno e carota tagliati a rondelle, lo spicchio di aglio intero (che poi toglieremo) e un peperoncino.

Aggiungere le seppioline lavate e tamponate con una carta assorbente, rosolare per qualche minuto e sfumare con il vino bianco.
Salare, coprire e proseguire la cottura (30/35 minuti).

Scottare i piselli in acqua bollente per 5 minuti, scolarli e aggiungerli alle seppie dieci minuti prima del termine della cottura.

Nel frattempo preparare la polenta con le dosi indicate sulla confezione, utilizzando l’acqua di cottura dei piselli.

Versare la farina nell’acqua bollente e mescolare con una frusta per non formare grumi.

Continuare a mescolare con un cucchiaio fino alla completa cottura (circa 10 minuti).

Bagnare leggermente uno stampo da muffin , riempire con la polenta e livellare.

Servire le seppioline con gli sformatini di polenta scaldati in forno a 180 gradi per 10 minuti.

Torta alle due creme senza glutine, da una idea di Anna Moroni

image

Ultimo arrivo in cucina: il rosso fiammante robot, la silenziosa (uno dei tanti pregi!) planetaria KitchenAid che mi aiuterà ad impastare con velocità ogni preparazione: non posso più farne a meno, troppo comodo e pulito!
Per inaugurare la mia nuova Ferrari, il rosso fiammante KitchenAid, ho scelto di “sglutinare” questa torta che Anna Moroni, cuoca e personaggio televisivo molto noto, ha presentato durante la trasmissione in tv “la Prova del Cuoco”.
Mi è sembrata una torta semplice, morbida e gradevole ed infatti così è risultata.
Ho preferito lo stampo da plumcake (per l’esattezza 2 nuovissimi stampi da plumcake) per avere la possibilità di assaggiare in anteprima la riuscita del dolce, destinato ad una nuova giovane amica celiaca, che non conosco di persona ma che spero di incontrare prossimamente.
E il mio splendido KitchenAid? Come se ci conoscessimo da sempre!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

3 uova
100 g di zucchero (150 nella ricetta originale)
300 g di farina Nutri Free Mix per Dolci
150 ml di latte
100 ml di olio di mais
1 cucchiaino di vaniglia in polvere Bourbon Rapunzel
Un pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
Zucchero a velo (se non è home made*, vedere Prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)

* per lo zucchero a velo home made frullare lo zucchero semolato fino a renderlo impalpabile

Per la crema:

4 rossi d’uovo
Mezzo litro di latte
150 g di zucchero
Buccia di arancia
50 g di farina Nutri Free Mix per Dolci
2 cucchiai di cacao amaro in polvere (ho usato Lindt, in prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)

PROCEDIMENTO RICETTA:

Preparare la crema:

Inserire nella planetaria la frusta a filo, montare i 4 tuorli con lo zucchero e unire delicatamente la farina setacciata; aggiungere il latte scaldato con le bucce di arancia, mescolare e trasferire in un tegame.

Togliere le bucce, mettere sul fuoco e mescolare prima con una frusta (per evitare che si formino grumi), poi, appena comincia ad addensare, con un cucchiaio di legno.

Quando la crema è pronta, dividere in due parti e ad una aggiungere il cacao (se setacciato si amalgama meglio).
Coprire le creme con una pellicola a contatto per evitare che, raffreddandosi, si formi la pellicina.

Per la torta:

Nella ciotola impastatrice, sempre usando la frusta a filo lavata e asciugata, sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere il latte, l’olio di mais e un pizzico di sale.

Mescolare la farina con il lievito e la vaniglia in polvere e aggiungere al composto, sostituendo la frusta a filo con la frusta a K.

Versare negli stampi (li ho passati con un filo di olio perché era la prima volta che li usavo) e distribuire a cucchiaiate le due creme, alternandole.

Con una forchetta mescolare in cerchio le varie parti di crema.

Cuocere la torta a 180 gradi per 40 minuti e spolverare con lo zucchero a velo quando si è raffreddata.

Merita di essere rifatta!

Panini senza glutine e poco lievito

image

E se volessimo fare dei panini con poco lievito?
Sono gli stessi:
https://stellasenzaglutine.com/2013/08/02/panini-senza-glutine-con-lievito-madre/

ma con 5 grammi di lievito di birra fresco, che può essere ridotto a soli 3 grammi se prepariamo tutto la sera precedente.
Io ormai li faccio sempre così. Preparo il poolish la sera, al mattino impasto e a pranzo sono pronti, croccanti, profumati e con poco lievito con il quale, ormai lo sappiamo tutti, è meglio non abbondare.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

500 g di farina Mix per pane* oppure Pane e Pizza Grano Zero Molino Pasini
380 g di acqua tiepida
5 g di lievito di birra fresco (se preparato la sera precedente ne bastano 3)
4 cucchiai di olio evo + il necessario per ungere la pirofila
5 g di sale
Farina di mais finissima (in prontuario AIC Associazione Italiana Celiachia) per spolvero tavolo

*https://stellasenzaglutine.com/2013/04/25/i-mix-di-farine-senza-glutine

PROCEDIMENTO RICETTA:

Il mattino mescoliamo in una ciotola:

100 g di Mix per pane
200 g di acqua tiepida
5 g di lievito di birra fresco
copriamo e mettiamo da parte (oppure, se abbiamo bisogno che lieviti in meno tempo e la temperatura della casa non ci aiuta, mettiamo nel forno con la lucina accesa).

Dopo circa 3 ore (dipende dalla temperatura), il composto si presenta aumentato e con molte bollicine .
Mettere nella ciotola impastatrice assieme alla farina rimanente (400 g), il resto di acqua (180 g), fare qualche giro poi aggiungere 4 cucchiai di olio (circa 15 g) ed infine il sale.

Far andare l’impastatrice per almeno 5 minuti a velocità sostenuta.

Versare l’impasto in una ciotola unta con olio e coprire con la pellicola.
Fare una passata di olio anche sulla pellicola così l’impasto, lievitando, non attacca.

Mettere a lievitare nel forno con la lucina accesa, basterà circa un’ora per raddoppiare.

Versare l’impasto su un foglio di carta da forno cosparso di farina di mais finissima, porzionare in tanti panini e mettere a riposo il tempo che il forno arrivi a temperatura.

Accendere il forno a 250 gradi e cuocere sulla latta del forno capovolta (oppure sulla refrattaria) per 7/8 minuti, abbassare la temperatura a 200 gradi e proseguire la cottura per altri 8/9 minuti.
I panini lievitano anche in cottura.

Leggeri, croccanti e molto, molto buoni!!

Insalata tiepida di calamari, patate, zucchine e pomodorini

image

Dalla rivista “Alice cucina” un invitante antipasto leggero di calamari con qualche modifica alla ricetta originale: non ho frullato le foglie di menta (per me sapore e profumo troppo aggressivi con il pesce) ma le ho messe in infusione con il succo di limone e un buon olio extravergine di oliva: condimento perfetto!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Calamari freschi
Zucchine
Pomodorini
Limone
Foglie di menta
Olio extravergine di oliva
Sale

PROCEDIMENTO RICETTA:

Mettere le foglie di menta, lavate e asciugate, in infusione con l’olio e il succo di limone.

Lavare, asciugare e spuntare le zucchine; tagliare nel senso della lunghezza e grigliare su una piastra molto calda.

Lessare le patate, sbucciare e tagliare a dadini.

Lavare e asciugare i pomodorini.

Pulire e lavare i calamari, tagliarli a rondelle e cuocerli in acqua bollente per tre minuti.

Scolare, unire alle verdure e condire con la citronette al profumo di menta.

Servire tiepida.

Crostatine alle mele senza glutine, senza burro, senza latte e senza uova

image

Per i celiaci, per gli intolleranti al lattosio e alle uova e per chi è a dieta ma non sa rinunciare al dolce: ecco le mie crostatine con frolla senza glutine, senza uova e senza burro, farcite con una deliziosa crema light senza latticini, senza uova e senza frutta secca ovviamente se rinunciamo a quelle farcite con i pinoli.

DIFFICOLTÀ : media

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Per la pasta frolla:

300 g di farina FibrePast Farmo
250 g di fecola di patate (vedere prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)
100 g di zucchero
100 g di acqua
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
Un pizzico di sale

Per la crema al cioccolato:

500 g di acqua
100 g di amido di mais (vedere prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)
100 g di zucchero mascobado
100 g di cioccolato fondente (ho usato Novi al 72%, senza glutine)

E inoltre:

1 mela, 1 pera (pinoli per chi se li può permettere)
Zucchero a velo (se non è home made come il mio, consultare il prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)

(per fare lo zucchero a velo frullare lo zucchero semolato fino a renderlo impalpabile)

PROCEDIMENTO RICETTA:

Unire le farine, lo zucchero, un pizzico di sale, l’olio e l’acqua, impastare, fare una palla, avvolgere in una pellicola e mettere in frigorifero per una mezz’ora.
Si può fare con il robot ma anche a mano.

Nel frattempo preparare la crema al cioccolato:

In una ciotola mescolare maizena e zucchero e aggiungere, poco per volta, l’acqua.

Amalgamare stemperando gli eventuali grumi, trasferire in un tegamino e mettere sul fuoco ad addensare, continuando a mescolare con una frusta.

Appena comincia a bollire, mescolare con un cucchiaio di legno e proseguire la cottura per qualche minuto.
Una volta pronta la crema incorporare il cioccolato spezzettato e amalgamare.

Stendere la pasta frolla tra due fogli di carta forno (aiutandosi con poca farina se necessario) e ritagliare dei cerchi da inserire negli stampini precedentemente unti con poco olio (se si usano stampi antiaderenti non è necessario).

Bucherellare il fondo delle crostatine con i rebbi di una forchetta e riempire con la crema al cioccolato.
Distribuire i pinoli oppure qualche fettina di mela o di pera senza buccia e cuocere a 175/180 gradi per circa 20 minuti.

Togliere dal forno, lasciar raffreddare e sformare.

Una spolverata di zucchero a velo e le crostatine sono pronte da gustare: friabili, deliziose e ….molto light!

Cuscus senza glutine con calamari, ceci e limone

image

Dalla rivista “Alice cucina” una ricetta per preparare un leggero e invitante cuscus.
Il cuscus o cùscusu è un alimento tipico del Nordafrica e della Sicilia occidentale, costituito da granelli di semola cotti a vapore e poiché per i celiaci la semola è tabù, ecco arrivare in soccorso il mais.
Antipasto? Piatto unico? Dipende dalla quantità ovviamente. Noi, in questo caso, ne abbiamo fatto un piatto unico: abbiamo abbondato un po’, ci è piaciuto molto!!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Cuscus senza glutine (ho usato Cous Cous di Mais Nutrifree in prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
Ceci
Sedano, carota, cipolla, porro, foglie di lauro e aglio
Succo e scorza di un limone
Calamari
Sale nero
Olio extra vergine di oliva

PROCEDIMENTO RICETTA:

Lessare i ceci, ammollati la sera precedente, in molta acqua, con uno spicchio di aglio e un paio di foglie di alloro oppure usare ceci precotti.
Salare solo a fine cottura.

Preparare un brodo vegetale con tutte le verdure, aromatizzato con la scorza e il succo di un limone.

In un recipiente mettere il cuscus, versarvi la stessa quantità di brodo caldo (io ne ho messa un po’ di più), un filo di olio e sgranare i chicchi con una forchetta.
Coprire e lasciar riposare fino a quando il brodo sarà ben assorbito.

Pulire, sciacquare e asciugare i calamari, tagliarli prima a rondelle e poi a pezzetti, lasciando intatti i ciuffi e saltarli in padella con i ceci, un filo di olio e l’aglio.

A cottura ultimata (bastano all’incirca 7/8 minuti) salare con una macinata di sale nero.

Unire il cuscus, qualche goccia di limone e amalgamare.
Servire tiepido.

Pasta fresca all’uovo senza glutine

image

Sfatiamo il mito che fare la pasta fresca senza glutine è difficile.
Lo dicono spesso nei programmi di cucina televisivi e altrettanto spesso rispondo: informatevi!
Con questi ingredienti si può fare qualsiasi tipo di pasta fresca all’uovo: fettuccine, tagliolini, lasagne, spaghetti e paste ripiene. Cosa volere di più?
Quindi, in aiuto a
https://stellasenzaglutine.com/2013/04/18/facciamo-le-tagliatelle-senza-glutine/
ecco qui spiegato meglio come fare la pasta fresca all’uovo.
Preferibilmente uso le farine naturalmente senza glutine e precisamente questo Mix di pasta all’uovo senza glutine di Bette Hagman:

250 g di amido di mais
100 g di farina di tapioca
150 g di fecola di patate
100 g di farina di riso glutinoso
10 g di xantano

oppure anche (modificato da Felix e Cappera):

100 g di farina di riso
250 g di amido di mais
250 g di fecola di patate
10 g di Xantano

Dal totale del Mix si preleva la quantità necessaria per l’impasto.

Poiché tutte queste farine sono a rischio contaminazione per il celiaco è necessario controllare che sulla confezione del prodotto ci sia l’indicazione “senza glutine”, controllare le diciture e gli ingredienti elencati, oppure che queste farine siano presenti sul prontuario AIC, Associazione Italiana Celiachia.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:

senza glutine, senza latticini, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA (per 4 persone):

4 uova
300 g di farina Mix per pasta all’uovo naturalmente senza glutine
Farina di riso Nutri Free (in prontuario AIC Associazione Italiana Celiachia) q.b.
Un cucchiaio di olio evo
(Io non metto sale)

PROCEDIMENTO RICETTA:

Mettere nella ciotola del robot (oppure lavorare a mano) la farina, le uova e l’olio e far andare fin che l’impasto si arrotola sul gancio.
Se dovesse risultare un po’ asciutto (dipende dalla dimensione delle uova) a scelta aggiungere un tuorlo o poca acqua.
A questo punto l’impasto è pronto.

Togliere la pasta e fare qualche giro a mano sulla spianatoia di legno cosparsa di farina di riso oppure dello stesso Mix.

Fare una palla, avvolgere nella pellicola oppure coprire con una ciotola e far riposare per una mezz’ora.

Riprendere la pasta, tagliare e infarinare una parte, spianarla leggermente col mattarello per dare forma e favorire la stesura della sfoglia.

Passare la pasta nella sfogliatrice partendo dalla tacca più bassa, la numero uno, procedendo fino al numero corrispondente allo spessore che si vuole ottenere.
Se necessario infarinare la pasta durante i passaggi.

Se al posto del robot si preferisce usare il mattarello, infarinare leggermente la pasta e stenderla dello spessore desiderato, è lavorabilissima!

In questo modo abbiamo la base per fare le tagliatelle, i tagliolini, gli spaghetti, le lasagne, i cappelletti, gli agnolini….insomma qualsiasi pasta all’uovo, buonissima e senza glutine!!

Tortini cremosi senza glutine alla Nutella e nocciole

image

Sulla rivista “Alice cucina” ho visto dei deliziosi tortini realizzati da Monica Bianchessi (dolcissima chef televisiva) per celebrare il compleanno della nota crema spalmabile.
Vogliamo festeggiare anche noi i 50 anni della Nutella “sglutinando” questi dolcetti?
Diminuito lo zucchero, aumentata la dose di farina, aggiunto un cucchiaino di lievito, niente zucchero a velo ma finiti con una buona nocciola piemontese per ricordare gli ingredienti ed eccoli pronti, golosamente invitanti!!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

150 g di cioccolato fondente (io uso Lindt 72% in prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)
70 g di burro
70 g di farina Nutri Free Mix per dolci
3 uova
60 g di zucchero di canna chiaro (90 g nella ricetta originale)
Nutella q.b. (in prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
100 g di nocciole tritate grossolanamente (tenerne di intere per la decorazione)
1 cucchiaino di lievito per dolci (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)

PROCEDIMENTO RICETTA:

Spezzare il cioccolato, raccoglierlo in una terrina con il burro e fondere nel microonde o a bagnomaria.

In una ciotola mescolare zucchero e uova e sbattere con una frusta a mano, senza montare.
Aggiungere il cioccolato e il burro fusi e amalgamati.

Incorporare a questo composto la farina mescolata con il lievito.

Pestare le nocciole per ridurle a pezzetti.

Versare nei pirottini un cucchiaio di composto, distribuire le nocciole pestate e un cucchiaio di Nutella al centro.

Coprire con il resto del composto, in cima una nocciola intera e cuocere a 165 gradi, forno statico, per 25 minuti.

……una delizia!!!