Pesche pepate al vino rosso, senza glutine

image

“Affogate nel vino rosso, profumate alla cannella e speziate al pepe”…un ottimo dessert per terminare la stagione delle pesche.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

4 pesche
50 cl di vino rosso di qualità
1 cucchiaino di pepe Sichuan
Qualche grano di pepe verde, di pepe nero, di pepe rosa e di pepe bianco
Un bastoncino di cannella
1/2 noce moscata
80 g di zucchero di canna
La buccia di un lime o di un limone verde

PROCEDIMENTO RICETTA:

Sminuzzare grossolanamente con un pestello i grani di pepe.

Versare 50 g di zucchero di canna in una casseruola, aggiungere il vino rosso, il bastoncino di cannella, la noce moscata e le spezie sminuzzate.

Lasciar sciogliere lo zucchero lentamente, poi portare a ebollizione.
Lasciar bollire per 5 minuti.

Riempire una casseruola di acqua e portare a ebollizione.

Immergervi le pesche per circa 1 minuto, passarle in una ciotola di acqua fredda e poi sbucciarle.

Tagliarle a metà, togliere il nocciolo e fare delle fettine.

Mettere in un tegame le fette di pesca, la buccia del lime e cospargere con 30 g di zucchero.

Filtrare il vino speziato, versarlo sulle pesche e cuocere per 3 minuti.

Girare delicatamente i frutti e cuocere per altri 3 minuti.

Lasciar raffreddare completamente e mettere in frigorifero per almeno 2 ore.

È un dessert da servire molto fresco e diventa più gustoso se preparato la sera prima.

Jacket potatoes, senza glutine

image

Le jacket potatoes sono patate con la buccia, cotte al forno intere e condite all’interno con burro, bacon e formaggio Cheddar.
Tipiche della tradizione culinaria britannica, le “patate con la giacchetta” sono un secondo piatto nutriente e saporito.
La tipologia delle patate è sicuramente alla base di una buona riuscita.
Per questa ricetta ho usato patate al selenio, eliminato il burro, il mio bacon è la pancetta Segata (senza glutine) che non ho saltato in padella perché cedesse alla patata tutto il suo sapore e profumo e il formaggio….non poteva che essere il nostro taleggio!
Per la cottura ho scelto il microonde, decisamente più veloce.
Se si desidera una patata dalla buccia croccante, si può cuocere nel microonde un po’ meno e trasferire su una teglia da forno per terminare la cottura a 200 gradi per 10-15 minuti.
Si otterranno delle patate croccanti riducendo comunque ampiamente i normali tempi di cottura.
Ed ecco le jacket potatoes, sfiziose e stuzzicanti, in versione tricolore.

Questa ricetta è stata pubblicata sul portale Alti Formaggi nella sezione Ricette – Piatti Fusion
http://www.altiformaggi.com/eu-it/jacket-potatoes-senza-glutine.aspx

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Patate di media grandezza
Fette di pancetta (ho usato pancetta Segata, senza glutine)
Fette di taleggio DOP
Olio extravergine di oliva
Sale (ho usato sale nero)

PROCEDIMENTO RICETTA:

Mettere le patate in acqua fredda e bicarbonato e lasciarle in ammollo per 10 minuti.

Lavarle e spazzolarle delicatamente in modo da non sciupare la buccia.

Asciugarle e punzecchiare la buccia in più punti con una forchetta.

Massaggiare ogni patata con l’olio e cospargerla con una macinata di sale (va bene per il sapore e la croccantezza.

Avvolgere ogni patata in un panno di carta bagnata (evita che si secchi eccessivamente), metterla su un piatto nel microonde e selezionare il tempo di cottura: ho usato una potenza di 750 Watt per 5 minuti (ho messo a cuocere 2 patate della stessa dimensione, non troppo grosse).

Capovolgere la patata e cuocere per altri 5 minuti.
Il tempo di cottura varia in base alle dimensioni della patata (o delle patate se si cuociono contemporaneamente) e alla potenza del forno a microonde.

Se trascorso il tempo necessario la patata non è ancora cotta, prolungare la cottura ad intervalli di 1 minuto e verificare il grado di sofficità tra un intervallo e l’altro (lo si capisce tastando con 2 dita la patata, senza bisogno di toglierla dalla carta né di punzecchiarla, facendo attenzione a non scottarsi!).

Togliere dal microonde e avvolgere la patata nella carta di alluminio per 2-3 minuti, questo permetterà di rendere morbido anche l’interno.

Togliere la carta di alluminio, fare due tagli nella patata, farcire con taleggio e pancetta e servire immediatamente: veramente molto, molto gustose!!

Scones senza glutine al provolone, con chutney di pere, zenzero e peperoncino

IMG_0015_2

Gli scones, originari della Scozia, sono dei piccoli panini che vengono serviti in tutta l’Inghilterra al momento del tè, farciti con ingredienti dolci o salati.
Il chutney è una conserva piccante e agrodolce di origine inglese, erroneamente considerato di origine indiana.
Risale al periodo coloniale ed è una combinazione di frutta esotica e spezie indiane.
Gli scones che propongo in questa ricetta, sono arricchiti nell’impasto dal provolone e farciti con il chutney di pere…..formaggio e pere sono sempre un’ abbinata vincente!

Ps: lo zenzero, per averlo sempre fresco e a portata di mano, lo conservo nel freezer.
Quando serve, basta toglierlo dal congelatore, eliminare la buccia e grattugiare: comodissimo e sempre profumato!
– Il chutney si può conservare per parecchio tempo in vasetti di vetro, fatti sterilizzare.

Questa ricetta è stata pubblicata sul portale Alti Formaggi nella sezione Ricette – Piatti Fusion
http://www.altiformaggi.com/eu-it/scones-al-provolone-valpadana-dop-senza-glutine-con-chutney-di-pere-zenzero-e-peperoncino.aspx

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Per il chutney:

500 g di pere
1,5 dl di aceto di mele
100 g di zucchero di canna integrale
20 g di zenzero fresco tritato
1/2 peperoncino tritato
Un pizzico di sale

Per gli scones:

450 g di farina speciale dolci lievitati Molino Dallagiovanna
3 cucchiaini di lievito secco per pizze e torte salate Bertolini (senza glutine)
80 g di Provolone DOP grattugiato
1 pizzico di sale
30 g di burro (o 20 di olio)
225 ml di latte + poco per spennellare
1 uovo

PROCEDIMENTO RICETTA:
Preparare il chutney

Lavare, sbucciard e affettare le pere eliminando il torsolo.

In una pentola cuocere le pere con l’aceto a fuoco basso per 10 minuti; unire lo zucchero, lo zenzero, il peperoncino, il sale e mescolare.

Portare a bollore tenendo mescolato e cuocere per 30 minuti.
Lasciar raffreddare.

Preparare gli scones

Riunire nella ciotola del robot la farina, il lievito, il burro ammorbidito, l’uovo, il latte, il sale, il provolone grattugiato e impastare fino ad avere un composto consistente.

Con il mattarello stendere l’impasto in una sfoglia alta circa 1,5 cm e con un tagliapasta tondo, del diametro di 6 centimetri ricavare dei dischi. Rimpastare i ritagli e ricavare altri dischi.

Distanziare gli scones su carta forno, spennellarli con del latte e infornare a 200 gradi, in forno statico, per circa 20/25 minuti.

Presentare gli scones farciti con il chutney.

Torta senza glutine alle prugne

IMG_0027_2

Una pasta profumata alle mandorle e farcita con succose prugne, una prelibatezza facile da realizzare e da gustare come dessert in un menù leggero.
Il dolce da cui ho preso lo spunto è farcito con le nettarine, ma in autunno questo frutto non è al massimo del suo sapore, quindi ho pensato di sostituirlo con le prugne, che in questo mese di settembre sono al top della loro stagionalità.
Soffice, gustosa, profumata e leggera, la torta ideale per affrontare con dolcezza questi primi giorni d’autunno.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Prugne rosse
50 g di mandorle in polvere
4/5 cucchiai di mandorle spezzettate
Un cucchiaino di vaniglia in polvere Rapunzel
3 uova
35 g di olio di mais + poco per la tortiera
100 g di zucchero
3 cucchiai di zucchero vanigliato senza glutine
75 g di farina Nutri Free Mix per dolci
1 cucchiaino di lievito (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
Un pizzico di sale

PROCEDIMENTO RICETTA:

Lavare, asciugare, tagliare a metà e snocciolare le prugne.
Metterle in un piatto e spolverizzarle con lo zucchero vanigliato e lasciar macerare.

Ungere una tortiera con fondo staccabile (cm. 20 di diametro), coprire il fondo con carta da forno e ungere anche questa.
Cospargere con le mandorle spezzettate e mettere in frigorifero.

Unire la farina, le mandorle polverizzate, il lievito e il sale.

Rompere le uova in una ciotola, aggiungere lo zucchero e mescolare con una frusta.
Incorporare le farine, aggiungere l’olio e profumare con la vaniglia in polvere.

Versare delicatamente la pasta nella teglia tolta dal frigorifero e sistemare le prugne una di fianco all’altra sulla pasta, con la parte cava verso l’alto.

Cuocere per 30 minuti a 180 gradi.

Dopo la cottura mettere su una griglia e lasciar raffreddare.

Per sformare il dolce, togliere il cerchio e sfilare delicatamente carta e fondo.

Crumpets senza glutine, in stile british

IMG_4267
I crumpets sono delle sfiziose, morbide focaccine inglesi, dal gusto neutro.
Si possono infatti gustare in versione salata con ingredienti come formaggi e salumi oppure, nella versione dolce, con burro e confetture di frutta.
I crumpets risalgono all’epoca vittoriana e insieme agli scones e ai muffin fanno parte del celebre rituale inglese del tè.
Un pane che si prepara in padella, con o senza stampo perché, anche se non vengono perfettamente tondi, il gusto è lo stesso.
Segno di riconoscimento sono i buchini e la sofficità della pasta,
Vanno serviti caldi, quindi, se preparati in anticipo, si passano pochi minuti nel microonde o nel forno, ma anche in padella si ottiene lo stesso risultato.
Alcuni li ho cotti nei coppapasta e altri, più grandi e più velocemente, in padellini antiaderenti.
Usando i coppapasta ho avuto difficoltà ad estrarre i crumpets, sia per il calore del metallo, sia perché non si staccano così bene come dovrebbero e quindi li ho semplicemente capovolti per finire la cottura ed estratti dal coppapasta una volta pronti.
Li ho presentati con taleggio e speck, una abbinata che è piaciuta moltissimo.
Privilegio di chi assiste alla preparazione è poterli assaggiare subito, senza fondere troppo il formaggio che, col calore del crumpets appena cotto, si scalda leggermente, così come lo speck.
Sono però altrettanto buoni riscaldati in padella, il calore fa fondere il formaggio che si adagia sullo speck: squisiti….e senza glutine!!

Questa ricetta è stata pubblicata sul portale Alti Formaggi nella sezione Ricette – Piatti Fusion
http://www.altiformaggi.com/eu-it/crumpets-senza-glutine.aspx

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

150 ml di acqua tiepida
15 g di zucchero
300 g di farina senza glutine Mix Pane Nutri Free
360 ml di latte tiepido (va bene anche il latte di soia)
5 g di sale
Lievito di birra disidratato 6 g oppure 18 g fresco
3 g di bicarbonato
Olio di semi di mais q.b.

Per la farcitura:
Fettine di speck (ho usato speck Segata, senza glutine e senza latticini)
Taleggio DOP

PROCEDIMENTO RICETTA:

Scaldare l’acqua fino a raggiungere la temperatura di 45 gradi (verificare con un termometro per alimenti), versarla in una ciotola con il lievito e lo zucchero, mescolare, coprire con una pellicola e lasciar riposare per 15 minuti a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo di riposo versare nel composto la farina setacciata, poco alla volta, alternandola al latte tiepido, mescolando con una frusta per non formare grumi.
Aggiungere anche sale e bicarbonato e quando il composto risulterà omogeneo coprire con una pellicola e lasciar riposare per un’ora a temperatura ambiente.

Ungere con pochissimo olio una padella antiaderente e scaldarla a fuoco basso.
Spennellare di olio il bordo interno dei coppapasta e posizionarli nella padella, versare all’interno un mestolo di impasto e cuocere per 8/10 minuti o fino a quando non si formeranno delle bolle in superficie.
A questo punto estrarre il coppapasta (praticamente impossibile, o almeno a me non è riuscito e ho capovolto il coppapasta) e con l’aiuto di una spatola, girare i crumpets.

Proseguire la cottura anche dall’altro lato per altri 2-3 minuti finché non saranno dorati.
Una volta cotti, trasferirli su una gratella per farli raffreddare.

Farcire i crumpets con fettine di speck e di taleggio.

Se preparati in anticipo, scaldarli brevemente in padella, nel microonde o in forno.

Biscottoni senza glutine al miele di tarassaco, nocciole, farina di mais e di grano saraceno

image

Un ottimo biscotto integrale, friabile ma non fragile, molto adatto alla prima colazione: un vero biscotto da inzuppo!
Si prepara velocemente e si mantiene bene per parecchio tempo, conservato in una scatola di latta.
Al biscotto ho dato forma rettangolare e impresso la scritta “home” preceduta da un cuoricino e seguita dal simbolo della casetta…forse non si distingue bene ma mi piaceva l’idea…
Molto apprezzato nella nostra ultima breve vacanza (li ho preparati poco prima di partire) ha riempito di profumo di casa ogni nostro risveglio.
Sì perché oltre ad essere buoni, sprigionano una gradevole fragranza di nocciola ….irresistibile!
Buoni con il latte, con il caffè e deliziosi con il tè: provati con tutto!!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

180 g di nocciole tritate grossolanamente
100 g di farina di mais per polenta Nutri Free
130 g di farina di grano saraceno Nutri Free
50 g di farina di riso Nutri Free + poca per lo spolvero
250 g di farina speciale pasta frolla Molino Dallagiovanna
120 g di fecola di patate (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
8 g di xantano
10 g di ammoniaca x dolci
25 g di succo di mela
100 g di olio di mais
Due uova
200 g di miele di tarassaco
Un pizzico di sale

PROCEDIMENTO RICETTA:

Nella ciotola del robot mescolare uova e miele e aggiungere a filo l’olio.

Unire poi le farine, le nocciole, lo xantano, un pizzico di sale e per ultimo l’ammoniaca sciolta nel succo di mela tiepido.

Amalgamare bene tutti gli ingredienti e trasferire il composto su di un piano cosparso di farina di riso.

Lavorare brevemente la pasta, avvolgerla nella pellicola e mettere al fresco per una mezz’ora.

Togliere la pasta dal frigorifero, lavorarla per qualche minuto con le mani e stenderla non troppo sottilmente tra 2 fogli di carta forno.

Con un tagliabiscotti dare forma alla pasta, ma si potrebbe più velocemente ritagliare dei rettangoli con una rotella dentellata.
Gli scarti si possono tranquillamente rimpastare, stendere e ritagliare.

Cuocere in forno ventilato a 150 gradi x 15/18 minuti.

Plumcake senza glutine con macedonia di frutta e crema al succo di mela, da una idea di Cristina Lunardini

image

Un insolito plumcake alla frutta quello che compare sulla copertina della rivista “Alice Cucina” di settembre.
Questo dolce goloso è della maestra di cucina Cristina Lunardini, della quale ho interpretato e pubblicato:
https://stellasenzaglutine.com/2013/12/14/panforte-senza-glutine-di-cristina-lunardini/
https://stellasenzaglutine.com/2014/03/20/crema-di-porri-senza-glutine-con-maltagliati-al-sesamo-e-pepe-nero/
Altre sue ricette molto interessanti sono in attesa della mia realizzazione, ma questa non poteva aspettare, troppo invitante!
Le modifiche alla ricetta originale, oltre naturalmente ad aver usato farine prive di glutine, sono la sostituzione dello zucchero con il miele e, al posto della crema pasticciera, una deliziosa crema al succo di mela, che ho trovato molto adatta a fare da letto alla frutta fresca.
Se si usa come ingrediente del plumcake uno yogurt senza lattosio e la crema al succo di mela per farcirlo, tutto il dolce è perfetto anche per gli intolleranti al lattosio.
Nel complesso il dolce è strepitoso e l’abbinamento creativo di Cristina Lunardini è splendido sia per la vista che per il palato!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Per il plumcake:

250 g di yogurt bianco
100 g di farina per dolci lievitati Molino Dallagiovanna
70 g di farina di riso finissima Nutri Free
60 g di fecola di patate (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
100 g di miele di acacia (140 g di zucchero nella ricetta originale)
3 uova
1 bustina di lievito (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
La scorza di un limone
80 ml di olio di mais (100 nella ricetta originale)
Un pizzico di sale
Granella di zucchero (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)

Per la crema al succo di mela:

500 g di succo di mela
Il succo di 1 limone
2 cucchiai di miele di acacia
50 g di amido di mais (vedere prontuario AIC Associaz. Italiana Celiachia)
3 uova

Per la macedonia: mix di frutta fresca (kiwi, pesca, uva, prugne) e ciuffetti di menta per guarnire

PROCEDIMENTO RICETTA:

Preparare il plumcake:
Setacciare le farine, la fecola e il lievito.

Nella ciotola impastatrice montare le uova con il miele fino ad ottenere un composto spumoso, poi aggiungere a filo l’olio.

Incorporare con una spatola, ma va bene proseguire anche con la frusta nel robot, a bassa velocità, la scorza del limone grattugiata, il sale, lo yogurt e le farine setacciate, alternando yogurt e farina, un cucchiaio alla volta fino ad esaurire le dosi.

Versare il composto in uno stampo da plumcake (da 25×12 cm) oliato e infarinato, spolverizzare la superficie con un po’ di granella di zucchero e cuocere in forno a 170 gradi per circa 40 minuti.
Una volta cotto, togliere dal forno e mettere a raffreddare.

Preparare la crema:
Sbattere leggermente le uova, unire l’amido di mais, il miele, il succo di limone e di mela e amalgamare cercando di non fare grumi.

Mettere sul fuoco e portare a ebollizione a fuoco medio, mescolando continuamente fin che la crema sarà addensata.

Togliere dal fuoco, mescolare ancora per qualche istante poi versare in una ciotola e coprire con la pellicola appoggiata direttamente sulla crema, in modo che non si formi la pellicina.
Mettere a raffreddare.

Lavare e tagliare la frutta a fettine, tagliare in due gli acini di uva e togliere i semini.

Sformare il plumcake, tagliare la parte superiore e scavarlo leggermente.

Riempire con la crema, distribuire la macedonia e guarnire con ciuffetti di menta.

Cospargere con altra granella di zucchero e servire.

Coniglio ai peperoni, senza glutine

image

Una gustosa ricetta per preparare il coniglio insaporito da colorati peperoni, ora nel pieno della loro stagionalità.
Piatto unico, veloce, poco impegnativo ma molto stuzzicante!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Coniglio
Aglio
Rosmarino
Peperoni
Una cipolla
Patate
Vino bianco secco
Sale
Olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO RICETTA:

Tagliare a pezzi il coniglio e rosolare in una casseruola con un filo di olio e lo spicchio d’aglio tagliato a filetti.

Sfumare con il vino bianco, aggiungere mezzo bicchiere di acqua, salare, coprire e continuare la cottura per circa 40 minuti.

A metà cottura girare i pezzi di coniglio e aggiungere un rametto di rosmarino.

In una padella mettere qualche cucchiaio di olio, la cipolla a rondelle, le patate a pezzi non troppo piccoli e i peperoni privati dei semi e tagliati a listerelle.

Salare e cuocere scoperto per circa 20 minuti: tutto deve rimanere croccante.

Unire al coniglio le verdure, mescolare e passare tutto insieme per qualche minuto a fuoco vivace.