I “biscoitos de povilho” di Liz: croccanti e leggeri “grissoni” salati senza glutine

image

“Polvilho”, “farinha de tapioca” è la fecola di manioca o farina di tapioca, naturalmente senza glutine che deriva dalla radice di manioca.
La manioca, coltivata nelle regioni tropicali soprattutto per la radice tuberosa, è la base di produzione di farine e fecole, di cui la più raffinata è la tapioca.
In commercio esistono vari tipi di farina di manioca:
farina di manioca cruda, farina di manioca dolce (o Polvilho doce), farina di manioca acida (o Polvilho azedo). Quest’ultima, dal sapore più acidulo, permette preparazioni senza l’utilizzo di agenti lievitanti.
Il “polvilho” è utilizzato come addensante al posto dell’amido di mais e della fecola di patate e nella preparazione di ricette dolci e salate.
I “biscoitos de polvilho” sono una specialità della cucina “caipira” (contadina) del Brasile.
Ricetta e farina me li ha forniti gentilmente Elizete, carissima giovane amica brasiliana che vive da diversi anni con la famiglia in Italia.
Grazie Liz!

Ps: ho messo meno uova di quelle consigliate e aggiunto semi di sesamo e di papavero all’impasto e per variare la forma ho fatto anche anelli e palline.
Questi croccanti biscotti superleggeri, che chiamerei più propriamente “grissoni”, sono gustosi, appetitosi e …..uno tira l’altro!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

500 g di povilho azedo
200 ml di acqua bollente
150 ml di olio extravergine di oliva
3 uova
Un cucchiaino di sale
Semi di sesamo e di papavero**

** Prodotti a rischio per il celiaco: verificare in etichetta se prodotto idoneo, quindi con il claim “senza glutine”, oppure consultare il prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia

PROCEDIMENTO RICETTA:

In una ciotola mettere la farina, il sale, l’olio, l’acqua bollente e mescolare.

Aggiungere le uova, una alla volta e amalgamare bene.

Ricavare dall’impasto dei rotolini, ritagliare dei bastoncini, appoggiarli distanziati (cuocendo si gonfieranno) sulla griglia del forno ricoperta con l’apposita carta.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti.

Si mantengono molto bene per diversi giorni in un sacchetto per alimenti.

Stuzzichini salati senza glutine con pomodori secchi e olive

image

Sfiziosi, appetitosi e golosi, uno tira l’altro, ideali da servire con l’aperitivo.
Questi stuzzichini, veloci da fare, si possono preparare in anticipo per un happy hour: messi in un vaso di vetro o in un contenitore di latta si conservano per parecchi giorni, mantenendo intatto il loro spiccato profumo.
Non hanno bisogno di essere accompagnati da niente altro: piacevolmente saporiti si completano da soli.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

260 g di farina Mix Pane Nutri Free
80 g di Philadelphia
10 g di olio extravergine
2 cucchiai di grana grattugiato
50 ml di acqua fredda
un pizzico di sale
40 g di pomodori secchi
40 g di olive nere
Un pizzico di lievito x torte salate (vedere prontuario AIC Assoc. Italiana Celiachia)
Farina di riso finissima Nutri Free x spolvero

PROCEDIMENTO RICETTA:

Tagliare a pezzetti piccoli i pomodori secchi e le olive.

In una terrina unire la farina, i formaggi, l’olio e il sale.

Iniziare ad impastare versando poco per volta l’acqua fredda e amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Aggiungere i pomodori secchi e le olive e lavorare fino a formare un impasto omogeneo.

Infarinare la spianatoia con farina di riso, stendere l’impasto in una unica sfoglia né troppo sottile, né troppo spessa e ritagliarla nelle forme preferite.

Disporre i singoli pezzi su un foglio di carta da forno, bucherellare con i rebbi di una forchetta e cuocere nel forno a 200 gradi per circa 12 minuti.

Cracker senza glutine ai semi di chia

image

Per la scorta settimanale di cracker home made ho pensato di usare i semi di chia.

“I semi di Chia non contengono glutine, sono piccoli, croccanti e dal sapore neutro (sinceramente a me sembra che abbiano un vago sapore di nocciola).
Si ricavano da una pianta denominata Salvia hispanica, molto diffusa ed utilizzata in Centro e Sud America, ma ancora poco conosciuta in Europa.
I semi di Chia sono ricchissimi di vitamine e minerali, sono fonte di fibre, proteine e antiossidanti e ricchi di omega 3 e 6.
Il regolare consumo di semi di Chia può contribuire a ridurre il dolore articolare, fornire una sferzata di energia e proteggere da malattie come il diabete e le malattie cardiache. Le proteine contenute nei semi di chia sono scarsamente digeribili, in altre parole vengono assorbite con difficoltà, meglio sarebbe usare la farina invece dei semi interi.”

Per il momento uso questi semi salutari tali e quali, in confezione garantita senza glutine (pur essendo un seme privo di glutine si deve escludere la contaminazione che si potrebbe trovare nelle confezioni in commercio) e provo ricette in cui posso aggiungerli come ingrediente.
Questi cracker sono molto gradevoli, si prestano anche ad essere spalmati indifferentemente con formaggio o marmellata per uno snack veloce e sano.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

250 g di farina Nutrifree Mix per Pane
20 g di semi di chia
35 g di olio extravergine di oliva + poco per spennellare
5 g di lievito di birra fresco
5 g di sale
150 ml di acqua tiepida

PROCEDIMENTO RICETTA:

Impastare tutti gli ingredienti, a mano o con il robot, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

Mettere il panetto in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciar lievitare per circa 1 ora (non deve lievitare moltissimo).

Dividere il panetto in due parti (per lavorare meglio) e, con il mattarello, stendere la sfoglia su un foglio di carta da forno il più sottile possibile.

Ritagliare i cracker con una formina o con una rotella dentellata e disporli su una teglia (o sulla griglia del forno) ricoperta di carta da forno.
Le parti rifilate si possono rimpastare e stendere nuovamente.

Bucherellare i cracker con i rebbi di una forchetta e spennellarli con una emulsione di acqua e olio.

Cuocere nel forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15-20 minuti.

Conservati in un contenitore a chiusura ermetica si conservano croccanti per parecchi giorni.

Cracker senza glutine con mousse di piselli e tofu

image

Un antipasto vegetariano, tratto dal libro “Piatti vegetariani all’italiana” della collana gastronomica Il Cucchiaio d’Argento che ho adattato alle esigenze dei celiaci.
I cracker della ricetta originale sono al miglio, cereale senza glutine che avrei potuto usare per fare i miei cracker ma che, al momento, non ho in dispensa.
Il tofu, detto anche “formaggio di soia”, sempre più presente anche sulla mia tavola, non possiede lattosio ma proteine vegetali, omega 3 e 6, ferro e una percentuale di sale molto bassa.
Le sue origini sono asiatiche ed è un alimento base della cucina cinese e giapponese.
Anche in occidente sta prendendo piede grazie alla sua azione curativa e protettiva su ossa, stomaco, circolazione e sistema immunitario.
Ottimo sostituto della carne, viene usato sia nella cucina vegetariana che vegana.
Il tofu è un alimento insipido ma se abbinato a salse e condimenti, si trasforma in un alimento molto gradevole, come in questa ricetta semplice ma gustosa.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Per la mousse:
300 g di piselli (ho usato piselli surgelati)
2 cipollotti
100 g di tofu senza glutine
olio extravergine di oliva
Brodo vegetale
sale

Per i cracker:
250 g di farina Mix pane*
130 ml di acqua
30 g di olio extravergine d’oliva (più poco per spennellare)
5 g di sale

*Mix farine dietoterapeutiche per pane e focacce:

https://stellasenzaglutine.com/2013/04/25/i-mix-di-farine-senza-glutine/

PROCEDIMENTO RICETTA:

Preparare i cracker:

Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e impastare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo; avvolgere in una pellicola e lasciar riposare.

Preparare la mousse:

Pulire i cipollotti, lavarli, tagliarli a rondelle e appassirli brevemente in una casseruola con un paio di cucchiai di olio.

Unire i piselli, poco brodo vegetale e cuocere parzialmente coperti per 15-20 minuti.
Se al termine della cottura dovesse rimanere troppo liquido, far evaporare alzando la fiamma per qualche minuto.
Regolare di sale e lasciar raffreddare.

Tagliare il tofu a pezzetti, unirlo ai piselli e ridurre tutto a purea con un frullatore ad immersione.

Stendere con il mattarello, su un foglio di carta da forno il panetto, il più sottile possibile.

Tagliare con una rotella dei rettangoli, punzecchiarli con i rebbi di una forchetta e pennellarli con una miscela di acqua e olio.
Cuocere in forno preriscaldato ventilato a 180 gradi per circa 10-15 minuti, tenendo costantemente sotto controllo il colore dei cracker: non devono scurirsi troppo, ma devono diventare leggermente dorati.

Togliere dal forno e far raffreddare.
Spalmare i cracker con la mousse usando un coltello oppure mettere la mousse in un sac a poche e distribuire sui cracker: molto più belli da presentare!

Grissoni senza glutine al curry, da una idea di Giovanni Gandino

image

Una ricetta sfiziosa quella proposta dal maestro panificatore Giovanni Gandino sulla rivista “Alice Cucina”: “grissoni al curry”.
Dopo aver “sglutinato” i suoi panini al lime e aglio:
https://stellasenzaglutine.com/2014/10/02/soffi-di-pane-senza-glutine-al-lime-e-aglio-da-una-idea-di-giovanni-gandino/
è ora la volta di questi appetitosi grissini formato maxi.
L’impasto si può fare anche a mano, senza usare la planetaria, ma chi mi conosce sa che non devo abusare delle mia mani e poi, con il robot, si impasta in un attimo! (e mi resta più tempo per sperimentare tutte le altre ricette di questo maestro del pane ….e sono tante, tutte eccezionali!!)

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI:

300 g di Mix farine per pane e focacce*
270 ml di latte
8 g di lievito di birra
5 g di curry (ho usato Cannamela, senza glutine)
30 g di burro a pomata
4 g di sale (7 g nella ricetta originale)
Olio extravergine di oliva

* mix farine per pane e focacce:
https://stellasenzaglutine.com/2013/04/25/i-mix-di-farine-senza-glutine/

PROCEDIMENTO RICETTA:

Aromatizzare il burro a pomata con il curry e mescolare fino ad ottenere una crema omogenea.

Mettere il latte nella ciotola impastatrice, sbriciolare il lievito e lasciare riposare per qualche minuto.
Aggiungere la farina e fare qualche giro con il gancio; aggiungere anche il burro aromatizzato con il curry, di nuovo qualche giro e per ultimo aggiungere il sale.

Impastare per qualche minuto poi trasferire il composto in una ciotola unta con olio, coprire con la pellicola e mettere a lievitare.
Dopo circa un’ora l’impasto è raddoppiato.

Distribuire un po’ di farina su un foglio di carta forno e stendere delicatamente l’impasto prima con le dita e poi con il mattarello, premendo leggermente, portando ad uno spessore di circa 2-3 cm.

Con un coltello o una rotella liscia ricavare tanti filoncini larghi circa 3 cm.
Lasciar riposare per una mezz’ora.

Cuocere a 180 gradi, forno ventilato, per circa 15 minuti.

Togliere dal forno e lasciar raffreddare completamente: molto, molto buoni!!