Sglutiniamo la pizza con parmigiana di melanzane di Gino Sorbillo


Ancora una geniale, gratificante idea del maestro pizzaiolo Gino Sorbillo da sglutinare: melanzane alla parmigiana racchiuse nella pasta della pizza!
L’impasto, preparato con meno di 2 grammi di lievito, non ha impedito anche al mio senza glutine di superarsi: stessa dose di acqua anche con la farina senza glutine (succede molto raramente!) mentre invece ho volontariamente dimezzato il sale e non ho fritto le melanzane (come ha fatto Gino Sorbillo e come richiede la vera parmigiana), ma le ho semplicemente grigliate.
L’impasto, dopo un inizio di lievitazione di un paio di ore, ha fatto anche un passaggio notturno in frigorifero: era troppo tardi per aspettare la lievitazione completa e, in ogni caso, la pizza ne ha tratto vantaggio sia per digeribilità che per leggerezza.

Ps: se dopo aver chiuso la pizza con il secondo disco avanza un po’ di pasta, arrotolarla nel palmo della mano e ricavarne un panino: servirà sia per controllare la lievitazione che per sincerarsi, una volta cotto, della bontà di questo impasto!!

DIFFICOLTÀ: media

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

300 g di Farina Revolution Mix Pane Pizza Dolci + poca per la spianatoia
1,5 g di lievito di birra fresco
200 g di acqua
5 g di sale
Due melanzane
Scamorza affumicata
Passata di pomodoro
Olio extravergine di oliva
Grana grattugiato
Basilico
Un pizzico di sale (per il sugo)

PROCEDIMENTO RICETTA:

In una ciotola mettere l’acqua, il lievito e mescolare.

Aggiungere la farina, il sale e lavorare l’impasto per almeno una decina di minuti.

Trasferire l’impasto sulla spianatoia infarinata, fare una palla e mettere a lievitare in una ciotola coperta con pellicola.

Dopo un paio d’ore, mettere in frigorifero per la notte (comunque per circa 8-9 ore).

Il mattino seguente togliere l’impasto dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per un paio di ore.

Lavare, tagliare le melanzane a fette sottili, cuocerle sulla griglia dopo averle spennellate con un filo di olio e mettere da parte.

Preparare un sugo con passata di pomodoro, basilico fresco, olio e sale.

Versare l’impasto sulla spianatoia infarinata e dividerlo in due parti; con le dita stendere e allargare ogni panetto su un foglio di carta forno fino a formare due dischi abbastanza sottili.
(Se dovesse risultare difficile, usare il mattarello)

Mettere sulla base del primo disco fettine di provola, su queste uno strato di melanzane, qualche cucchiaio di salsa di pomodoro e basilico spezzettato.

Proseguire con altre fettine di provola, ancora melanzane, sugo di pomodoro e basilico.

Mettere ora su tutto questo il secondo disco di impasto, chiudere sigillando bene i bordi, ritagliare la eventuale pasta in eccesso e lasciar riposare in forno con la lucina accesa per circa 1 ora.

Prima di infornare spennellare la superficie con olio e distribuire qualche cucchiaio di grana.
Cuocere a 180 gradi per 15-20 minuti.

Togliere dal forno e far raffreddare per qualche minuto prima di tagliare.

Muffin di pizza senza glutine

img_0329

E se sfidassimo il rovente Lucifero?
Caronte, l’anticiclone estivo, ci ha traghettati direttamente tra le calde braccia di Lucifero, con un caldo da record!
Quella che stiamo vivendo è una estate torrida, non c’è che dire e proporre di accendere il forno non è saggio ma….cosa farebbero gli italiani per la pizza?
Ecco, appunto, accenderebbero il forno, nonostante tutto!
Lasciamoci conquistare da questi muffin, sono un’ idea originale da presentare a tavola come antipasto oppure una pizza monoporzione decisamente diversa, da addentare in spiaggia o in pineta, all’ombra di frondosi alberi o in montagna, meritato premio dopo una piacevole passeggiata.
Sì, perché questi muffin di pizza sono deliziosi anche freddi.

Ps: Con la stessa quantità di impasto e gli stessi contenitori, si possono fare tranquillamente 10 muffin, due più di quelli che ho fatto io.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

500 g di Miscela Pizza Le Farine Dei Nostri Sacchi
300 g di acqua
12 g di lievito di birra fresco
10 g di olio extravergine di oliva
5 g di sale

Per farcire:
Passata di pomodoro B&O (Biologic and Organic Italian Food)
Cubetti di mozzarella
Olive taggiasche
Alici sott’olio
Origano

PROCEDIMENTO RICETTA:

Sciogliere il lievito nell’ acqua, aggiungere la farina, l’olio, mescolare e per ultimo aggiungere il sale.
Impastare fino ad avere un composto liscio e omogeneo.

Dividere l’impasto in otto parti, arrotolare ogni parte nel palmo della mano e formare una pallina.

Mettere a lievitare in forno, con la lucina accesa e con un pentolino di acqua bollente fino al raddoppio (Tempo: circa 1 ora e 1/2).
Con la temperatura di questi giorni è superfluo accendere la lucina del forno e penso valga per tutta l’Italia, comunque…..

Stendere con le dita ogni pallina lievitata sul piano di lavoro, formare un disco e distribuire all’interno un po’ di passata di pomodoro, cubetti di mozzarella, un paio di olive taggiasche e una alice sott’olio.
Richiudere il disco sigillando bene.

Trasferire ogni pallina all’interno degli stampini di carta forno: 4 li ho messi con la chiusura sotto e 4 con la chiusura sopra. Riescono bene in ogni caso.

Pennellare con poco olio la superficie dei muffin, distribuire un cucchiaio di passata e una spolverata di origano.

Mettere nuovamente a raddoppiare in forno con la lucina accesa (vale quello che ho detto sopra) e un pentolino di acqua bollente.
(Tempo: poco meno di un’ora).

Cuocere in forno caldo a 200 gradi per circa 20 minuti.

Pizza senza glutine capricciosa …ma non troppo!

image

Alla Tv si parlava di pizza, Gabrieli Bonci parlava di pizza, una in particolare: la “capricciosa”, quella con pomodoro, mozzarella, funghi, carciofini, olive…eccetera eccetera.
Interessante e appetitosa quella preparata dal maestro pizzaiolo: può un’immagine scatenare il desiderio di mettersi ai fornelli (in questo caso al forno) per sentire il profumo anche nella propria cucina? Certo che sì!! Vedere il risultato!

Considerazioni:
Ho usato il Mix per Pane e Pizza Piaceri Mediterranei per avere una pizza un po’ rustica (tra gli ingredienti il grano saraceno).
Ho usato solo 3 g di lievito per rendere l’impasto più digeribile: ho dovuto pazientare prima di levarmi la voglia di pizza, ma ne è valsa la pena!
I funghi sono freschi, come quelli che ha usato Bonci per la sua “capricciosa” e anche le zucchine: ci stanno benissimo!
Tra gli ingredienti della pizza di Bonci anche uova sode a spicchi, per me uova di quaglia, più leggere e delicate, ricche di valori e proprietà nutrizionali.
Niente prosciutto (perciò poco capricciosa…) ma solo alici sott’olio.

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

500 g di farina senza glutine per Pane e Pizza Piaceri Mediterranei
400 g di acqua
3 g di lievito di birra fresco
Un cucchiaio di olio
8 g di sale

Per condire:
Passata di pomodoro
Funghi champignon
Zucchine
Carciofini sott’olio
Olive
Mozzarella
Uova di quaglia
Olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO RICETTA:

La sera preparare il poolish:
Stemperare in una ciotola 3 g di lievito di birra fresco in 200 g di acqua, aggiungere 100 g di farina, mescolare, coprire e mettere in frigorifero.

La mattina, dopo circa 10 ore, togliere la ciotola dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per circa un’ora.
Passato questo tempo mettere nella ciotola impastatrice la farina rimasta (400g), il poolish, il resto dell’acqua (200g), un cucchiaio di olio e per ultimo il sale.
Impastare tutti gli ingredienti con il gancio e far andare il robot per almeno 5 minuti a velocità sostenuta.

Trasferire l’impasto sulla spianatoia cosparsa di farina, fare una palla, mettere in una ciotola, coprire con pellicola e lasciar lievitare a temperatura ambiente per 8-9 ore.

Dividere l’impasto lievitato in 4 porzioni (oppure 2 se si vogliono pizze non troppo sottili) e stenderle su teglie leggermente oliate.

Condire con la passata di pomodoro (non mettere sale!!) e sopra funghi e zucchine tagliati sottili.

Distribuire la mozzarella solo sulle verdure e non sulla passata di pomodoro (come consiglia Bonci).

Cuocere in forno ventilato a 230-250 gradi per 15 minuti (con la cottura ventilata si possono cuocere contemporaneamente le 4 pizze).

Togliere dal forno, salare e condire con un filo di olio.

Aggiungere i carciofini sott’olio, le olive, le uova di quaglia, le alici e…..finalmente la pizza capricciosa senza glutine è pronta!!!

Pizza semi integrale senza glutine con patate e rosmarino

image

Pizza patate e rosmarino: una pizza bianca molto invitante!
Ho mescolato le due farine Nutri Free per un impasto semi integrale.
Non serve lessare le patate, tagliate sottili (ma neanche troppo) si cuociono contemporaneamente alla pizza.
Lavate ripetutamente in acqua corrente, si toglie l’amido (quindi meno zuccheri complessi) e risultano più leggere.
Il rosmarino in questi giorni è in fiore e rilascia tutta la sua fragranza.
Una leggera macinata di sale nero, il mio preferito, completa questa pizza senza glutine veramente speciale.
Provare!!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza latticini, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

300 g di farina Nutri Free Mix pane
200 g di farina Nutri Free Mix pane Fibra
425 g di acqua tiepida
5 g di lievito di birra fresco (anche 3 grammi se preparata con più anticipo)
20 g di olio extravergine di oliva + il necessario per ungere ciotola, teglia e pellicola + 2 cucchiai per condire patate e rosmarino
Un pizzico di zucchero
5 g di sale
3 patate
Rosmarino fresco
Alici sott’olio
Sale nero

PROCEDIMENTO RICETTA:

Preparare la pizza:
Nella ciotola impastatrice mettere nell’ordine: il lievito sbriciolato, l’acqua tiepida e un pizzico ( ma proprio un pizzico!) di zucchero.
Mescolare, aggiungere le farine, i 20 g di olio, fare qualche giro e unire per ultimo il sale.

Far andare il robot per 5 minuti a velocità sostenuta.

Mettere l’impasto in una ciotola unta con olio e ricoprire con la pellicola.
(passare poco olio anche sulla pellicola, così l’impasto lievitando non si attacca)

Mettere a lievitare in forno con la sola lucina accesa.
Io ho messo l’impasto a lievitare all’interno della lavastoviglie appena svuotata e ancora calda: ho notato che il suo caldo-umido contribuisce ad una ottima lievitazione.

Nel frattempo sbucciare le patate, tagliarle a fette sottili, lavarle ripetutamente sotto l’acqua corrente per togliere l’amido e poi lasciarle a bagno nell’acqua fredda.

Ungere una teglia da forno, versarvi l’impasto che nel frattempo è raddoppiato (in poco più di 2 ore) e stenderlo con le dita unte di olio.

Scolare e asciugare le patate tamponandole con un foglio di carta assorbente e metterle in una ciotola con gli aghi di rosmarino.
Condire con un paio di cucchiai di olio e distribuire patate e rosmarino sulla pizza.

Una macinata di sale nero e di nuovo a lievitare per 20/30 minuti, il tempo che impiega il forno a raggiungere la temperatura di 200 gradi.

Cuocere finché i bordi della pizza diventano croccanti e le patate dorate (circa 30 minuti).

Tagliare e gustare!

Se piace, un’alice sott’olio ci sta molto bene.

Pizza dei marinai con Lievito Madre senza glutine…ovvero in padella!

image

Un tempo i marinai, durante la navigazione, non avendo forni a disposizione, erano soliti cuocere la focaccia in tegame e da qui il nome “focaccia dei marinai”.
E perché non la pizza? Ormai è noto a tutti questo metodo, io ho solo cotto le mie pizze appoggiandole non direttamente sul tegame, in questo caso con rivestimento in pietra, ma sulla carta forno, che mi ha aiutato nella cottura.
Il rivestimento in pietra sopporta temperature alte, permettendo cotture senza grassi direi meglio dei rivestimenti antiaderenti. Ma comunque va bene anche un tegame antiaderente.
Non ho dovuto nemmeno capovolgerla per ripetere la cottura di sopra: perfetta anche così, con pomodoro, mozzarella, origano e foglie di menta fresca.
Ho usato l’impasto che mi era rimasto dalla Pizza con cornicione **
che avevo conservato in frigorifero, in un contenitore coperto con pellicola, ma va bene qualsiasi impasto per pizza o anche per pane.
Fin che queste temperature torride persistono, meglio levarsi la voglia di pizza cuocendola così, non è proprio niente male, parola di capitano!!

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:

senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

Pasta per pizza senza glutine **
Mozzarella
Pelati
Origano secco
Foglie di menta fresca
Olio extravergine di oliva
Sale
Farina Mix-it per lo spolvero

**Pasta pizza:
https://stellasenzaglutine.com/2013/07/29/pizza-con-lievito-madre-senza-glutine-con-cornicione-alla-gino-sorbillo/

PROCEDIMENTO RICETTA:

Distribuire poca farina sulla spianatoia e stendere una pallina di pasta aiutandosi con le dita o con il mattarello.
Trasferire la base della pizza sulla carta forno.
Mettere a riposare per 10/15 minuti.

Scaldare il tegame a fuoco abbastanza alto, appoggiare la pizza con la carta e, dopo un minuto, abbassare la temperatura. Sulla superficie della pizza si formeranno delle splendide bolle.
A questo punto aggiungere la mozzarella, i pelati, l’origano e una macinata di sale.
Aspettare che il formaggio fonda (circa 5/6 minuti) e decorare con qualche fogliolina di menta che arricchirà il profumo. Un filo di olio se si preferisce.

La pizza in padella è pronta!