Facciamo il pancarrè senza glutine con la macchina del pane

image

Velocemente pubblico questo post per Sara, cosicché possa anche lei avere il piacere di assaggiare del buon pane, anche senza glutine.

Il pancarrè con la macchina del pane è la mia salvezza, soprattutto in estate, quando accendere il forno è una vera penitenza.
In casa mia il pane accompagna ogni pasto, lo mangiamo molto volentieri e dovrei accendere il forno a giorni alterni o quasi, per cui ringrazio Felix e Manu * (questa ricetta è frutto del loro lavoro) per i loro sempre preziosi esperimenti che permettono di avere del buon pane senza glutine e spesso del tutto simile, se non meglio, al pane glutinoso, anche usando la MdP.
La macchina del pane che uso in questo momento è la Moulinex Baguette.

*Felix e Manu
http://stellasenzaglutine.com/partner/olga-francesca-scalisi-emanuela-ghinazzi/

DIFFICOLTÀ: facile

INTOLLERANZE:
senza glutine, senza uova, senza frutta secca, senza crostacei

INGREDIENTI RICETTA:

500 g di Mix di farine dietoterapeutiche per pane e focacce di Felix **
200 g di latte (se intolleranti si può sostituire con altrettanta acqua)
200 g di acqua
20 g di olio extravergine di oliva
5 g di sale
5 g di zucchero (si può anche omettere)
8 g di lievito di birra secco (la bustina che si trova nella farina Mix B Schär) oppure 15 g di lievito di birra fresco
(Latte e acqua devono essere tiepidi, o almeno a temperatura ambiente)

**Mix farine:
http://stellasenzaglutine.com/2013/04/25/i-mix-di-farine-senza-glutine

Aggiornamento, settembre 2016:
Se vogliamo usare un solo tipo di farina, senza ricorre al Mix precedente, queste sono le farine per pane fino ad ora provate senza retrogusto, con ottimo risultato sia nella consistenza che nel sapore:
-Mix per Pane Nutri Free
-Miscela di farine per pane e pizza Piaceri Mediterranei
-Pane e Pizza Granozero Molino Pasini
-Miscela Pane Le Farine dei Nostri Sacchi

PROCEDIMENTO RICETTA:

Nel cestello della macchina del pane inserire nell’ordine:
prima i liquidi, latte e acqua e, ai lati opposti del cestello, sale e zucchero.
Aggiungere poi l’olio, la farina e per ultimo il lievito secco o quello fresco sbriciolato.

Avviare la macchina col programma “senza glutine” se previsto, altrimenti usare il programma base, crosta chiara (quello che uso io) o come si preferisce.

Al segnale “bip” , cioè quando è previsto si possano aggiungere altri ingredienti, con una spatola di silicone, per non rovinare l’antiaderente del cestello, togliere dai lati la farina che si è depositata e che non è stata inglobata.
Il programma “senza glutine” della mia MdP è di 2 ore e 20 minuti.

Trascorso questo tempo, togliere il cestello e, dopo 5 minuti, sformare il pane e con l’apposito gancio in dotazione, togliere le pale.
Lasciarlo raffreddare prima di affettarlo.

Si mantiene bene nei sacchetti da freezer; se non si consuma entro un paio di giorni, conviene congelarlo.

Ottimo per toast, per tramezzini ma anche come pane per tutti i giorni.

Noi, io e il capitano, non potendoci dedicare alla cucina su StellaMaris, siamo soliti portarci per la navigazione qualche toast per “sopravvivere” e assicuro che come sopravvivenza è molto buona!!
PS: preciso che la navigazione è di qualche ora, non di giorni…