Nordic Walking sulle ciclabili dei laghi di Mantova, la mia città

image

L’ultima attività sportiva arrivata in casa nostra è il Nordic Walking, o camminata nordica, che, rispetto alla normale camminata, richiede l’applicazione di una forza ai bastoncini che fanno parte dell’attrezzatura.
Ciò facendo, si usa l’intero corpo e si coinvolgono i gruppi muscolari del torace, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali senza tralasciare il movimento delle mani: insomma una manna per il benessere fisico.
Ti pareva che non dovessi imparare anche questo per stare al passo col capitano?
Dopo lo sci, il tennis e la vela, eccomi di nuovo a scuola!
Lasciamo stare la bici, quella la so usare, anche se effettivamente il mio maestro ha dovuto insegnarmi alcune tecniche che non conoscevo per niente..diciamo che ho reimparato anche questa attività sportiva.
Ma torniamo al nordic walking. Devo dire che mi piace e che, a detta del capitano, ho una certa predisposizione: pare che io abbia una coordinazione naturale.
Un po’ quello che mi succede con la vela e che io definisco istinto.
Sento il vento prima che aumenti, prima che gli strumenti lo segnalino e io mi preparo in anticipo. Scherzando, sostengo che sono i miei capelli che lo avvertono, sono le mie antenne….per questo in barca non metto il cappellino!!
Questa mia nuova attività, oltre a far bene alla salute, ha un lato positivo: ci si guarda meglio intorno.
Camminare ti lascia lo spazio per guardare con più calma e anche fotografare, seppur con una certa difficoltà, avendo le mani impegnate dai lacci dei bastoncini, ma ci si può anche fermare ogni tanto per imprimere le meraviglie dei nostri posti…
Cominciamo dai laghi che circondano la mia Mantova: le ciclabili sono una realtà che ci permette di costeggiare i nostri laghi.
Premetto che parto sempre da casa mia: ho la fortuna di essere a due passi dall’ingresso di queste ciclabili.

Cominciamo dal lago di Sopra, con i suoi meravigliosi, invadenti fiori di loto: se non fossero sotto controllo, avrebbero già invaso tutto lo specchio d’acqua. Ma sono talmente belli! Le loro foglie, i caplas, impermeabilissime, su cui si depositano le gocce di pioggia dopo un temporale o la rugiada del mattino…..sono da vedere!!
I piccoli delle gallinelle che camminano sulle foglie delle ninfee….
Qualche incontro non previsto che mi fa cacciare un urlo…..ma forse si è spaventato più lui, lasciamolo nel suo regno…
C’e anche chi fa yoga….il posto ideale.
Tanto verde ovunque….e al rientro, un gradevolissimo incontro: Andrea, l’altro sportivo di famiglia (sono 2, lui e il capitano, io sono la ruota di scorta) che corre per rifarsi lo spirito…
Un sorriso al capitano, uno a me e poi tutti a casa.

Fermiamoci qui. A breve il mio nordic walking passerà per le sponde del lago di Mezzo attraverso Porta Giulia e poi del lago Inferiore, per ammirare il Castello di San Giorgio visto dal lago e tutto lo splendido, lussureggiante verde che mi accompagna.